Alessandra Cussini

racconto.jpg

“Qualcuno dice che mi sono "ritirata" in un eremo;
e io puntualmente reagisco.
Un eremo non è un guscio di lumaca, e io non mi ci sono rinchiusa;
ho solo scelto di vivere […] in solitudine.
E lo preciso puntigliosamente per rispondere all'obiezione
che concepisce questa solitudine come un tagliarsi fuori
dal contesto comunitario.
E invece no.
L'isolamento è un tagliarsi fuori ma la solitudine è un vivere dentro”

Adriana Zarri

 

 

​Mi occupo di parola e pensiero, ascolto e silenzio, memoria e scrittura.
Il mio progetto di ricerca artistica indaga i temi del lutto, la perdita, il vuoto, la casa, il sacro, la cura, il corpo, i resti.

 

Ho ideato e diretto per quasi 10 anni un centro di produzione artistica
per la danza contemporanea a Bologna.

 

Sono sempre in viaggio, dentro e fuori, ho tantissimi capelli.
Scelgo un mondo orizzontale, alla giusta andatura, con moltissimi libri,
amo cucinare, adoro le dispense.

 

Mi interessano le storie piccole e il nucleo interno delle persone, che accompagno in percorsi di gioco, scoperta, ripensamento, epifania, deposizione. 

 

Abito in una Casa Museo in cui custodisco oggetti narrati e libri abbandonati, in un piccolo paese tra i Monti Pisani, in Toscana.